Rien ne va plus

Lo so che questo genere di post non lo legge mai nessuno, ma io semino, poi qualcuno (si spera) raccoglierà…

Ecco più o meno come ci siamo giocati il risanamento dei conti pubblici in un colpo solo:

2006 – Dopo 2 anni di indagini partite da un giro di usura, il Pubblico Ministero di Potenza, Woodcock, scopre un giro di tangenti relative al gioco d’azzardo legalizzato che coinvolgeva anche Vittorio Emanuele di Savoia. Da qui partì una serie di inchieste giornalistiche e giudiziarie che portarono a galla un giro di evasione fiscale per miliardi di euro delle società di videopoker,  che non hanno versato ai Monopoli di Stato il 12% del ricavato (considerato che l’IVA su quasi tutto in Italia è al 20%, a me sembrava pure poco) come avrebbero dovuto.

2007 – La Corte dei Conti emette il suo verdetto: le 10 società concessionarie delle slot machine devono complessivamente allo Stato Italiano 90 miliardi di euro. Ho scritto bene eh: miliardi. Novanta con nove zeri. L’equivalente di 3-4 finanziarie pesanti, come quella che ci sta cadendo in testa ora. Non so quali possibilità avessero di pagarli per davvero, questi soldi, ma per completezza di informazione il dettaglio vedeva in testa Atlantis con 31 miliardi. Seguono: Cogetech (9,4 miliardi), Snai (8,1 miliardi), Lottomatica (7,7 miliardi), Cirsa (7 miliardi di euro), Hbg (7 miliardi), Codere (6,8 miliardi), Sisal (4,5 miliardi), Gmatica (3,1 miliardi) e Gamenet (2,9 miliardi). Se fate i conti, sono più o meno 90 miliardi di euro. Senza anticipare troppo, diciamo che forse sarà un caso, visto come si è conclusa la vicenda, ma uno dei legali della società più indebitata, Atlantis, si chiama Amedeo Laboccetta, ed è stato eletto deputato in Campania nelle file del PdL. Ovviamente i collegamenti tra queste società e il mondo politico (nonchè con la malavita organizzata) non si fermano qui. Tanto che il primo a difenderle fu il governo Prodi, e soprattutto il ministro Visco.

2008 – Colpo di spugna. Con una decisione retroattiva vengono cancellate tutte le multe, fino all’ultimo centesimo. Non una sanzione forfettaria, non un pagamento dilazionato. Niente. Non è prevista alcuna penale in caso di tardato pagamento del Preu (Prelievo Erariale Unico), la tassa del 12 per cento sulle cifre incassate. In parole povere: se le società non pagheranno per tempo l’imposta prevista per ogni giocata… non succederà niente. Fate pure con comodo. Vengono ovviamente cancellate anche le multe previste per chi nei Monopoli di Stato non aveva richiesto il pagamento. Lo Stato doveva incamerare 90 miliardi di euro… ma li ha devoluti in beneficenza a queste povere società miliardarie che già campano sulle spalle di quegli Italiani che sperano nella fortuna.

2010 – Non c’è fortuna che tenga: la nuova finanziaria non mette le mani nelle tasche degli italiani perchè siamo già in mutande e le tasche non le abbiamo. Congelamento stipendi nel pubblico impiego, blocco dei pensionamenti per qualche mese, aumentata l’età pensionabile nelle donne a 65 anni, aumento della percentuale di invalidità per avere la pensione (dal 74% all’85%), pagamento del pedaggio per i raccordi autostradali. E per gli evasori? Condono edilizio, ovviamente. Quando parlano di lotta all’evasione arriva sempre un condono. Ricavo previsto: 25 miliardi. Io ne avrei preferiti 90…

Ah a proposito: sapete cosa ha deciso il governo per le 10 società incriminate? Ha aumentato le ricevitorie del gratta e vinci, ha legalizzato nuovi giochi d’azzardo elettronici e ha immesso altre lotterie con jackpot. Tanto per non farle fallire, dato che il giro d’affari è dell’ordine dei 50 miliardi di euro. Poverine.

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: